Gestire lo stress vivendo il presente (come gestire ansia - come evitare stress - superare ansia e stress)

Questa storia orientale, seppur estremizzando, ci consente di riflettere su come le nostre interpretazioni, i nostri giudizi, le nostre premesse ci allontanino dalla realtà del presente, contribuendo a creare e rinforzare i sintomi dello stress e dell’ansia.

condividi questo articolo

come gestire ansia come gestire ansia - Il contadino dimostra come è fondamentale vivere la realtà senza essere influenzati dal passato evitando lo stress e l'ansia che i pregiudizi e le interpretazioni della nostra mente potrebbero provocare

La saggezza del contadino, ci mostra in questa breve storia l'importanza della consapevolezza del momento presente.

Il contadino e il suo cavallo

Un povero e vecchio contadino aveva un cavallo bellissimo che, per il suo valore inestimabile, persino l'imperatore gli invidiava, tanto da fargli generose offerte di denaro. Ma il vecchio contadino rifiutava sempre di venderglielo, sebbene con il guadagno avrebbe risolto i suoi problemi economici.

Tutti gli abitanti del villaggio lo giudicavano pazzo a non accettare le ricche offerte. Una mattina, scoprì che il suo magnifico cavallo aveva scavalcato il recinto ed era scappato. I suoi compaesani lo aggredirono dicendogli che era stato davvero stupido a non vendere il cavallo perché ora aveva perso tutto, sia i soldi che l'animale. Allora il vecchio contadino rispose che: "Queste sono le vostre interpretazioni. L'unica cosa che io posso dire è che questa mattina il mio cavallo è scappato". I vicini se ne andarono confermando la loro ipotesi che quell'uomo fosse pazzo; ma quando, una settimana dopo, il cavallo tornò seguito da un intero branco di puledri selvaggi, tutti si affrettarono a congratularsi con lui, ammettendo che aveva avuto ragione a non disperarsi per la scomparsa temporanea del cavallo. Il vecchio disse: "Siete voi che pensate che questo sia un fatto positivo. Io posso solo dire che il mio cavallo è tornato con un branco di puledri selvaggi".

Il giorno successivo, il figlio maggiore del contadino decise di domare i cavalli selvaggi ma, nel tentativo di farlo, cadde e si ruppe una gamba. Di nuovo, i vicini si precipitarono da lui per dirgli che aveva avuto ragione a non considerare una cosa positiva l'avere tutti quei cavalli selvaggi nel suo recinto. Ma ancora una volta il vecchio contadino rispose: "Posso solo dire che mio figlio maggiore si è rotto una gamba nel tentativo di domare i cavalli selvaggi. Non è una cosa positiva né negativa".

Alcuni giorni dopo, l'imperatore dichiarò guerra al regno vicino e subito i suoi inviati andarono al villaggio per reclutare giovani abili. Il figlio del contadino, naturalmente, non venne arruolato e non dovette andare in guerra.

I vicini, ancora una volta, dissero che il vecchio contadino aveva avuto ragione e che, alla fine, si era rivelata una circostanza positiva il fatto che suo figlio si fosse rotto una gamba. Ma il contadino li sorprese ancora una volta dicendo: "Questo è un vostro giudizio! L'unica cosa che si può dire con certezza è che non è potuto andare in guerra perché aveva una gamba rotta. Tutto il resto sono solo interpretazioni della vostra mente".


Quante volte diventiamo quasi ciechi di fronte alla realtà perché condizionati dai nostri giudizi e dalle nostre interpretazioni.

Quante volte crediamo di conoscere davvero una persona, ed invece siamo vincolati dalle premesse che ci siamo costruiti su di lui/lei?

Lo stesso accade di fronte a molte situazioni verso cui arriviamo carichi di pregiudizi e idee rigide costruite nel tempo, ma che poco hanno a che fare con il momento presente di cui abbiamo scarsa consapevolezza.

Tale atteggiamento automatico, spesso è alla base dei conflitti... dove a scontrarsi sono interpretazioni, sistemi di giudizi, credenze che appartengono più al passato che a ciò che realmente accade in un preciso momento.

Dare senso a ciò che conosciamo, viviamo e con cui ci relazioniamo è importante per le persone, ma riuscire anche a staccarsi per un momento dalle influenze delle interpretazioni per osservare con distacco quanto stiamo vivendo in uno specifico momento, permette di capire l'altro e capire meglio se stessi.

Entrare in contatto ed in sincronia con il momento presente... spesso è la via migliore per affrontare al meglio le difficoltà quotidiane e per gestire lo stress.

Psicoterapia

Tipologie di intervento

Disturbi trattati

Perchè funziona la psicoterapia

Metafore di psicoterapia

Gestire lo stress vivendo il presente

Psicologia dello sport

Cos'è la psicologia dello sport

Life Coaching

Stress cronico e ansia

Capiamo meglio lo stress cronico

Valutazione dello stress cronico e dell'ansia

Esame BIA-ACC per lo stress

PPG-Stress Flow per lo stress e l'ansia

Trattamento psicoterapeutico

EMDR

Training Autogeno

Cos'è il Training Autogeno

Corsi

'InEquilibrio' per gestire lo stress cronico

Training Autogeno

News

29/11/2019

L’Amico Comune delle Psicopatolo ...

Un seminario esperienziale in cui conosceremo le caratteristiche del rimuginio e come poter gestire al megli ...

23/06/2019

Laboratorio per la gestione dell ...

Un laboratorio esperienziale per apprendere tecniche efficaci di riduzione dello stress . Da ...

18/02/2019

InEquilibrio corso di Training A ...

Un corso per la gestione dello stress cronico , per contrastarne gli effetti negativi sulla ...

Leggi tutte le news

CATANIA - CALTANISSETTA

Psicologo, psicoterapeuta, psicologo dello sport

dott. Francesco Prisco

Tu sei qui: Home > Metafore di psicoterapia > Gestire lo stress vivendo il presente (tag: come gestire ansia - come evitare stress - superare ansia e stress)

Se desideri programmare un incontro o semplicemente richiedere un'informazione puoi utilizzare il seguente form. E' garantita la massima riservatezza.

Nome  
Cognome
Telefono

ho preso visione dell'informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei dati personali in conformità agli art. 13-14 del GDPR (GENERAL DATA PROTECTION REGULATION) 2016/679

E-mail

inserisci un indirizzo e-mail valido


Verifica

  inserisci il codice che vedi sotto

Code Image - Please contact webmaster if you have problems seeing this image code
Refresh Ricarica Immagine
Messaggio

per attivare il tasto è necessario selezionare il checkbox relativo all'informativa sulla privacy

 

dott. Francesco Prisco - Psicologo, psicoterapeuta, psicologo dello sport in Sicilia
Via Grotte Bianche n° 150 - 95121 Catania (CT)
Via trav. Paladini n° 208/m - 93100 Caltanissetta (CL)
Via Sorda Scicli n° 47 - 97015 Modica (RG) presso MICROS SportClinic
Cell. 329 3763590 - P. IVA 01856530850 - Contatti

Psicologo di Caltanissetta e Catania - Dott. Francesco Prisco // Seguimi su Facebook Guarda i nostri video su YouTube Studio di psicologia e psicoterapia a Catania Studio di psicologia e psicoterapia a Caltanissetta